Casa editrice non a pagamento.

Il respiro del cielo

Cover_Cielo_Derzan
Il respiro del cielo

​di Danila Derzan

In una Roma scossa dai venti di guerra che fanno da preludio al primo conflitto mondiale, Emma, della quale avremmo seguito le orme già dalla sua infanzia, incontra Ottaviano, un promettente studente d’architettura, di famiglia borghese e determinato a far carriera. I pochi mesi trascorsi insieme sanciscono un legame profondo, la promessa di un amore che durerà per sempre. Almeno fino a quando la famiglia di Ottaviano non decide di trasferirsi in Brasile. La coppia è costretta a separarsi, nonostante Emma aspetti un figlio, e ad affidarsi a una fitta corrispondenza nella speranza di potersi presto riunire.

Dal ritrovamento di queste lettere l’autrice ripercorre i passi di una storia d’amore, di fiducia e di perseveranza, narrando una saga familiare che giunge fino ai nostri giorni indagando sugli equilibri del destino, per poi comprendere che al di là dei luoghi geografici prescelti per inscenare il teatro della vita, la distanza maggiore da colmare resta quella che ci divide da noi stessi.

Con uno stile personalissimo e un linguaggio eclettico Danila Derzan ci riporta indietro nel tempo, divisi fra la caotica Belo Horizonte e la nostra Città Eterna, per raccontare un’avventura incredibile che, tuttavia, è più vera di un romanzo.

Danila Derzan, si forma in ambiente romano benché si consideri una cittadina del mondo. Da quando ha dismesso le scarpe da punta ha iniziato a danzare con le parole, e da allora non si è più fermata. Dal 2006 collabora con Rai Cultura svolgendo attività di autrice di testi televisivi, sceneggiatrice e adattatrice. E questo è il suo primo romanzo.